Speciale Calciomercato

Speciale Calciomercato

Speciale Calciomercato

Continuiamo il nostro viaggio in una delle sfaccettature calcistiche più seguite, il Calciomercato, con riferimento ai talenti che cambiano maglia. Vediamo altre grosse novità!

– Geoffrey Kondogbia, Francia 1993, Monaco——>Inter   30Mln

Nel calcio italiano si è improvvisamente tornati a spendere e ad attirare i migliori prospetti europei. L’Inter mette le mani su Kondogbia, centrocampista di grandissima forza fisica ma anche ottima tecnica, spendendo una grossa cifra ma assicurandosi un tassello importantissimo per presente e futuro

– Luciano Vietto, Argentina 1993, Villarreal——>Atletico Madrid   20Mln

Una delle più belle realtà giovani della scorsa stagione passa alla corte del Cholo Simeone portando freschezza, classe e gol, ragazzo dal futuro che sembra scritto

– Simon Kjaer, Danimarca 1989, Lille——>Fenerbahce   7,65Mln

Rinato in Francia dopo le non buone esperienze di Roma e Germania, va in una delle grandi di Turchia

Juanmi, Spagna 1993, Malaga——>Southampton   7Mln

Il bravissimo e giovane attaccante spagnolo va in Premier, saprà ripetere la buona stagione nel Malaga da 8 reti e 2 assist?….

– Gael Kakuta, Francia 1991, Chelsea——>Siviglia   6Mln

L’ex meteora laziale dopo la buona parentesi in prestito al Rayo Vallecano passa al Siviglia che va così ad arricchire il proprio reparto ali

– Abel Taarabt, Marocco 1989, QPR——>Benfica   par.0

Molto bene in Italia con il Milan, il talento marocchino pare essersi di nuovo perso, reduce da una stagione con più chili di troppo che partite…. Ma il Benfica ci ha creduto e lo ha ingaggiato, che sia una nuova rinascita?….

– Sven Ulreich, Germania 1988, Stoccarda——>Bayern Monaco   3,5Mln

Nuovo secondo di Neuer, portiere di esperienza e affidabilità

– Rogelio Funes Mori, Argentina 1991, Benfica——>Monterrey   3,6Mln

E così, almeno per il momento, l’avventura europea di uno degli attaccanti più promettenti del calcio argentino dell’ultimo lustro termina. Il Monterrey, squadra dalle buonissime disponibilità economiche, lo riporta in Sudamerica, dopo una stagione buona ma non eccezionale in Turchia, in prestito dal Benfica, che invero non ha mai davvero creduto nell’ex River. Con l’augurio che sia un arrivederci per quanto riguarda il vecchio continente

 

 

 

Riccardo Bartolommei