TOP 5 – TOP PER RUOLO Euro U17 2016

TOP 5 – TOP PER RUOLO Euro U17 2016

TOP 5 – TOP PER RUOLO Euro U17 2016

Iniziamo i nostri speciali sull’Europeo U17 appena concluso e vinto dal Portogallo!

TOP 5

1 – Brahim Diaz, Spagna 1999, Trequartista, Manchester City

Un talento davvero interessante, rapidissimo, tecnico, vede la porta, ha un dribbling siderale, riesce ad andar via in un fazzoletto anche a più giocatori. Il Manchester City lo ha strappato ad una folta concorrenza nel 2013, muovendosi con grandissimo anticipo

2 – José Gomes, Portogallo 1999, Centravanti, Benfica

Centravanti completo, a cui manca solo qualche centimetro. Ha forza, grande presenza atletica, è bravo di testa perché salta un casino, sa giocare palla al piede, difende palla, fa salire la squadra. Capocannoniere del torneo

3 – Abel Ruiz, Spagna 2000, Centravanti, Barcellona

Uno dei più piccoli, un 2000 che ha fisico, tecnica, velocità palla al piede che lo porteranno ad essere un attaccante di ottimo rilievo nel panorama europeo. Già il fatto che potremo ritrovarlo nel prossimo Euro U17 fa riflettere sul cosa abbiamo davanti

4 – Arne Maier, Germania 1999, Centrocampista, Herta Berlino

Interno di grande completezza, ha fisico, corsa, sa inserirsi, ha tecnica e personalità per distinguersi in qualsiasi contesto, a patto che continui a crescere come sta facendo. Per noi merita la TOP 5

5 – Joao Filipe, Portogallo 1999, Ala, Benfica

Ala di grandissima fantasia, ha una tecnica incredibile, un dribbling siderale. Troppo spesso gigioneggia troppo in questo suo essere funambolo e perde la concentrazione, cosa che lo relega solo al 5° posto della nostra TOP, ma il ragazzo vale e può diventare un grande

TOP PER RUOLO

Portiere – Svilar, BELGIO

Terzino Destro – Dalot, PORTOGALLO

Terzino Sinistro – Vinagre, PORTOGALLO

Difensore Centrale – Zagadou, FRANCIA

Mediano – Florentino, PORTOGALLO

Regista – Akkaynak, GERMANIA

Interno – Maier, GERMANIA

Trequartista – Diaz, SPAGNA

Ala – Joao Filipe, PORTOGALLO

Attaccante – Kean, ITALIA

Centravanti – José Gomes, PORTOGALLO

Riccardo Bartolommei