Futura Stella Next Star Futura Estrella – Gerard Deulofeu

Futura Stella Next Star Futura Estrella – Gerard Deulofeu

Futura Stella Next Star Futura Estrella

Gerard Deulofeu, Spagna 1994, Barcelona (in prestito al Siviglia)

Passione Calcio è nato come un gruppo che voleva portare alla luce talenti nascosti, diamanti brillanti ma solo nella penombra di alcune realtà, realtà spesso ben lontane (al momento) dai palcoscenici quali Champions League o i campionati di maggior spicco, quelli per intenderci di cui si parla sui giornali. Con il tempo, crescendo, il gruppo è diventato più una sorta di informativa di tutti i talenti di un certo calibro in giro per il mondo, senza una selezione di quelli che secondo noi sarebbero arrivati a giocare nelle migliori squadre del continente. Ma allora chi sono, ad oggi, i talenti non ancora del tutto sbocciati, dei quali noi siamo certi che arriveranno in alto? Prende sicuramente parte a questa categoria il canterano Barca Deulofeu, un’ala classica che assomiglia in modo sinistro a Cristiano Ronaldo. Scoperto nell’Europeo U19 del 2011 in una splendida Spagna che faceva mostra anche di Sarabia Alcacer e Morata, questo giocatore fa del dribbling e della fantasia le sue doti migliori, queste unite ad un fisico di tutto riguardo, ad una buona corsa e soprattutto ad uno spiccato senso del gol. I difetti? Forse un’indolenza figlia della propria età, un’attitudine che lo spinge a pensare che “quando non è giornata non è giornata” e quindi da giocare meno bene arriva a giocare malissimo…. Ma quando è stato messo alla prova non ha praticamente mai fallito a livello numerico, se si vuol si può parlare di non proprio limpidissima continuità. Andiamo sul dettaglio carriera, dopo il citato Europeo fa una stagione buona e una monstre in secunda nelle file del Barca B, i numeri parlano chiaro, 9 reti la prima stagione, 18 reti e 6 assist la seconda. E’ così il momento del mondiale U20, nel quale parte bene ma fallisce come tutta la favorita Spagna al momento clou, sconfitti da una rete di Avenatti (ora alla Ternana) e dall’Uruguay ai quarti. Ma soprattutto la stagione seguente è la prima lontana dalla casa madre, il Barca infatti lo manda a farsi le ossa in prestito all’Everton, squadra di buona tradizione nella Premier, insomma non certo l’ultima della categoria. Gerard gioca bene quando gli viene data la possibilità, e pur non essendo titolare fisso riesce a portare a casa un buon bottino di esperienze, fatte di 29 presenze con 4 gol e 5 assist. Eppure qualcuno storce ancora la bocca, anche se la permanenza nell’organico blaugrana sembra abbastanza scontata. Gioca le amichevoli estive con i riflettori puntati, a Napoli con un numero clamoroso manda al bar l’intera difesa, ma non Luis Enrique…… L’ex tecnico giallorosso non lo ritiene pronto, gli preferisce Munir El-Haddadi, fresco vincitore da miglior giocatore (di gran lunga) della champions giovanile. Si fa avanti la freschissima vincitrice di Europa League, il Siviglia. Per tanti è l’opportunità giusta, giocherà e dimostrerà che vale. Macchè, anche qui tanta panchina, qualche occasione, e ad oggi, 3 reti e ben 7 assist. Cosa serve a Deulofeu, la cosa più vicina a CR7 che potete trovare oggi? Una situazione che lo riveli, che gli faccia mettere insieme numeri di livello, una situazione che spalanchi gli occhi di chi non ha creduto il lui, perchè potete scommetterci, questo arriva, sicuro!

Riccardo Bartolommei