Serbia U20 – Mali U20 2-1 dts Serbia storica, Mali non basta il cuore

Serbia U20 – Mali U20   2-1 dts   Serbia storica, Mali non basta il cuore

Mondiale U20 2015

Semifinali

Serbia – Mali   2-1 dts (Zivkovic, Koné, Saponjic)

La Serbia raggiunge uno storico risultato, centrando la finalissima di sabato alle spese di un Mali con una fase difensiva molto discutibile, ma con un cuore grande come una casa. Nella prima mezz’ora la Serbia passa e potrebbe segnare almeno altre 2 reti, poi il pari con bomba da fuori del terzino Koné e partita che diventa d’improvviso molto equilibrata, con entrambe le squadre che possono chiuderla nei regolamentari ma i portieri si oppongono. Si va così ai supplementari, segna su palla inattiva Saponjic, il Mali non ha più la forza di rispondere. Migliori pagelle e nuovi talenti

I MIGLIORI

Serbia

Rajkovic 7: Vero, commette un errore sul gol di Koné partendo in ritardo, ma fa un autentico miracolo su Diarra e nel finale su Gbakle, dando sicurezza in uscita a tutta la squadra

Mali

Doumbia 7: Ala classe 95 del Real Bamako. Baricentro basso, dribbling e rapidità, mette in difficoltà la difesa serba con grande puntualità, meno bene sul piano della tecnica ma può ambire all’Europa

Serbia

Gajic 6.5: Fa una delle cose più belle dell’intero torneo, stop e tiro al volo da trequarti, traversa riga, da rimanere a bocca aperta. Per il resto difende bene anche se soffre un po’ il dinamismo di Doumbia

Veljkovic 6.5: Pigro sulla conclusione di Koné perché non esce in modo deciso e il terzino fulmina dalla distanza. Però nel supplementare fa la torre giusta pescando Saponjic per la rete della vittoria. Per il resto controlla agevolmente Diallo

Babic 6: Buona partita a livello difensivo, qualche lancio errato

Antonov 6: Partita ordinaria del terzino, duro quando serve dare un segnalej

Maksimovic 6.5: La bella palla per Zivkovic per il primo gol, poi gara di sostanza anche se un po’ a sprazzi

Zdjelar 6.5: Copre molto bene la difesa e partecipa alla costruzione con maturità

Milinkovic 5.5: Sfiora due volte la rete, nella prima occasione potrebbe fare meglio colpendo il difensore appostato sulla linea senza portiere, nella seconda sfiora la rete di testa. Non prorompente come nelle migliori serate

Zivkovic 6.5: Il gol, altre buone cose, nel supplementare si mangia il 3-1 calciando alto da due passi

Gacinovic 5.5: In avvio di ripresa ha la palla buona ma calcia scoordinato. Non efficace come altre volte anche se nella prima mezz’ora qualche buona palla la gioca

Mandic 5.5: Partecipa alla manovra, confermando le buone doti, poco efficace però sottoporta

Milosevic 6: Terzino sinistro classe 95 dello Spartak Subotica, entra alto per dare più equilibrio in un momento di sofferenza serba. Brevilineo e dinamico, da terzino può essere e diventare un buon giocatore

Saponjic 6.5: Centravanti 97 del Partizan Belgrado, buon fisico, bravo di testa e tecnica non disprezzabile. Segna l’importantissimo gol che vale la finale, nel recupero del supplementare spreca malamente il 3-1

Mali

Maiga 6: Difensore centrale classe 95 del Djoliba Bamako. Ottimo fisico, deve essere più coordinato perché fa qualche svarione a livello di tempi di intervento

Koné 6.5: Terzino sinistro classe 95 del Lille. Esplosivo fisicamente, buona rapidità e tecnica di buon livello, ottimo il tiro come dimostra nel gol dell’1-1. Gioca un gran match, mezzo punto in meno perché il nervosismo lo tradisce nel finale e si fa espellere per doppia ammonizione

Samassekou 6.5: Centrocampista 96 del Real Bamako, muscolare e dinamico, bravo a livello di posizionamento

Adama Traoré 5.5: Bravino quando tocca la palla, ma da sempre l’impressione di poter fare di più e di lavarsene un po’ le mani, dal giocatore più importante non è accettabile

Gbakle 5: Si vede poco, nel finale dei regolamentari si presenta davanti a Rajkovic ma si fa murare la conclusione dal bravo portiere, peraltro era defilato e non era facile

Hamidou Traore 5: Entra ma si vede pochissimo, non dando la qualità sperata

 

 

Riccardo Bartolommei