River Plate – LDU Quito 2-0 La legge del Monumental

River Plate – LDU Quito   2-0   La legge del Monumental

Copa Sudamericana 2015

Ottavi – Andata

River Plate – LDU Quito   2-0 (Alario, Mora)

Il River entra in scena da Campione in carica (anche….) della Sudamericana, e onora l’impegno facendo sua la gara d’andata con la Liga Deportiva Universitaria con un gol a testa dei suoi punteri. Il momento magico della Banda a livello internazionale continua! Vediamo le pagelle dei migliori e dei talenti impegnati!

I MIGLIORI

River Plate

Mora 7: Un assist per Alario, un gol, l’ex Benfica è sempre uno dei migliori attaccanti in Sudamerica

LDU Quito

Araujo 6.5: Il vecchio capitano limita i danni giocando una partita concreta e di leadership

LE PAGELLE

River Plate

Balanta 6: Bene difensivamente, qualche errore in impostazione

Kranevitter 6.5: Buon match fatto di qualche sgroppata insospettabile. Copre bene e imposta discretamente, in attesa di raggiungere El Cholo

Alario 6.5: Il gol è un tocco da biliardo. In precedenza un’altra occasione, nel finale si libera molto bene poi è un po’ egoista e calcia alto, comunque dopo un lavoro importante per la squadra

Martinez 5.5: El Piti subentra e da sempre l’impressione di non avere la giusta brillantezza. Ha qualità, ma non è ancora supportato da un passo che lo issi sopra agli altri

Mayada 6.5: Si piazza terzino destro, dimostrando ancora una volta la sua incredibile duttilità. Da una sua sgroppata il bel cross del 2-0, ottima prestazione

LDU Quito

Cangà 5: Difensore centrale classe 95. Ha ottime doti fisiche e atletiche, paga ancora l’inesperienza in termini di posizionamento e attenzione. Dovrà migliorare se vuole ambire ad una carriera extra sudamericana

Estupinan 6: Terzino sinistro classe 98. 17enne di ottime doti di rapitità e potenza. Può diventare un terzino di buon livello, ricorda vagamente Armero. Gioca una partita di buon contenimento e qualche sortita offensiva, pur con qualche errore normale

Intriago 6: Centrocampista classe 96. Ha dinamismo e rapidità, prova a dare una mano in fase difensiva, da migliorare l’impostazione

Cevallos 6: L’ex Primavera Juve prova a mettere la sua qualità a servizio della squadra, anche se davanti gli sbocchi sono pochi. Prova nella ripresa il suo proverbiale tiro, ma spara alto. Qualche iniziativa è comunque accettabile

Cavallaro 5.5: L’ex San Lorenzo subentra ma si vede pochissimo

 

Riccardo Bartolommei