Real Madrid – Atletico Madrid 1-1 (6-4 dcr) Piange ancora l’Atletico, Real: e 11!

Real Madrid – Atletico Madrid   1-1 (6-4 dcr)   Piange ancora l’Atletico, Real: e 11!

Champions League 2015-16

FINALE

Real Madrid – Atletico Madrid 1-1 – 6-4 dcr -(Sergio Ramos, Ferreira Carrasco)

Qualcuno ha scritto che il Real questa Champions l’ha vinta 4 mesi fa, anche se l’ha alzata ieri sera. Effettivamente pensare alla squadra di Benitez e vedere ora la Casa Blanca per l’11° volta sul tetto d’Europa, la distanza è clamorosa. Zidane è riuscito a restituire tranquillità e consapevolezza ad un gruppo comunque pieno di qualità, che forse troppo soffriva il confronto con i marziani del Barca, e che vedeva l’Atletico come una nemesi in grado di superarlo. Oggi, vedere il Barca sì Campione di Spagna e della Copa del Rey, ma il Real Campione d’Europa, fa incredibilmente pendere la bilancia a favore dei Blancos. Dispiace e non poco per un Atletico dal cuore gigantesco, che da inizio secondo tempo in poi avrebbe forse meritato la vittoria prima della lotteria dei rigori. Il primo tempo ha infatti visto la supremazia del Real e un Atletico al quale non riusciva attuare il suo solito pressing. Negli spogliatoi Simeone riusciva incredibilmente ancora una volta a toccare le corde giuste, i Colchoneros conquistavano subito il rigore del pari, primo crocevia del match. Griezmann, autore comunque di una buona prova e di 32 GOL in stagione si faceva ancora una volta prendere dall’emozione, traversa clamorosa. Una grande occasione con Savic e la supremazia territoriale sembravano non bastare, e ecco che il Real riprende quota, con due occasionissime in contropiede. Benzema dopo una bella fuga si fa ipnotizzare da Oblak, Cristiano Ronaldo non certo al meglio calcia invece debolmente da buona posizione. Quando tutto sembra perso il cuore Atletico torna a pulsare e uno scatenato Carrasco mette dentro un gran cross di Juanfran. L’inerzia sembra svoltare, ma è anzi il Real con un paio di cross pericolosissimi di Marcelo a sfiorare la vittoria. I supplementari sono un susseguirsi di crampi, problemi muscolari e stanchezza, visto il caldo e la grande umidità della serata. Si arriva così ai rigori, spiace che a sancire la sconfitta per Simeone sia Juanfran, un gran terzino che ha sempre garantito un rendimento altissimo. Per il Real inizia l’ennesima festa, i tifosi Atletico hanno ancora la forza di tributare un lungo applauso ai propri eroi, ed è forse questa la grande lezione della serata, perché molto spesso il confine tra vittoria e sconfitta è davvero labile

I MIGLIORI

Real Madrid

Sergio Ramos 8: Il gol, ma anche una gara difensivamente perfetta, interpretata con grinta e classe, parando tanto al compagno di reparto Pepe

Atletico Madrid

Ferreira Carrasco 8: Entra e cambia la partita come fosse la cosa più naturale del mondo. Non lo prendono mai, dribbla che è un piacere e segna il gol del pari

LE PAGELLE

Real Madrid

Navas 6: Non molto impegnato, fa il suo

Carvajal 6: Non presentissimo nel match, soffre un po’ dalla sua parte poi si arrende ai suoi muscoli

Pepe 4.5: Il rigore è una delle sue classiche poponate, le sceneggiate lasciamo perdere….

Marcelo 6.5: Non ha la solita continuità nell’attaccare e difensivamente un po’ soffre. I suoi cross hanno però sempre grandissima qualità, in ritardo sul cross di Juanfran che vuol dire pari

Casemiro 7.5: Tanti saluti a tutti. A chi lo definiva un Busquets lento (come se l’avvicinamento con il metronomo del Barca fosse un difetto…), a chi lo ha sempre visto come un oggetto misterioso, a chi era contrario a prescindere al suo impiego, ma poi perché?… Protegge la difesa, recupera una marea di palloni e da un grande equilibrio, giocando anche bene la palla in uscita. Bravissimo

Kroos 6: Non entra perfettamente nel ritmo del match. La punizione da cui nasce il gol è sua, qualche giocata di classe sparsa qua e la, ma può fare di più

Modric 8: I due palloni per Benzema e Cristiano ricordano il vero Pirlo e sono chicche di gran livello. Gioca tanti palloni sempre con grande ritmo e maestria. Ritrovato lui, ritrovato il Real

Bale 5.5: Non trova giocate degne, se non l’intelligente sponda per il gol di Ramos. Segna il suo rigore quando ormai non sta neanche in piedi, ma da lui ci aspettavamo altro

Benzema 6: Fa tanto buon movimento e il mestiere del centravanti lo conosce alla perfezione. Peccato per quella bella fuga con pallone sparato su Oblak

Cristiano Ronaldo 5.5: Mezzo punto in più per il rigore che vale la Champions. Non sta bene e si vede, sembra un altro giocatore e la ciabattata con cui consegna il pallone a Oblak nella ripresa non è certo da lui, dopo un buonissimo movimento peraltro

Danilo 5: Spinge bene, la fase difensiva non è però il suo pane. La sua diagonale in ritardo sul gol del pari è un grave errore

Isco 5.5: Entra e non riesce a trovare posizione e giocate pericolose

Lucas Vazquez 5.5: Anche lui non cambia il volto del match, offrendo poco. Segna però il suo rigore

Zidane 7: Una Coppa Campioni pochi mesi dopo il suo esordio in panchina, cosa volere di più? Non azzecca le sostituzioni

Atletico Madrid

Oblak 6.5: La grande uscita su Benzema, ai rigori non prende nulla

Juanfran 6.5: Il cross per il gol di Ferreira Carrasco è splendido, qualche sofferenza dietro ma quello che gli resterà in testa purtroppo è il rigore che vuol dire sconfitta

Savic 7: Una buonissima gara difensiva per l’ex viola, peccato per quella conclusione ravvicinata che non trova la porta

Godin 7.5: Poco da fare, con lui non si passa, ennesima grandissima prova

Filipe Luis 6.5: Buonissima la spinta, si sfianca sulla fascia, perde così Benzema nell’occasione e perde anche il match con i suoi muscoli che lo abbandonano nei supplementari

Fernandez 4.5: Non ha ritmo per questa gara, sembra un pesce fuor d’acqua. Non riesce a garantire la solita copertura e perde qualche pallone sembrando lentissimo in confronto agli altri. Sostituito nell’intervallo

Gabi 8: Grandissima gara del capitano che mette nel match grande sostanza e la solita impeccabile regia. Da tempo non lo vedevamo così

Saul Niguez 6.5: Sprazzi di gran qualità e gran corsa, magari gli fa difetto un po’ di continuità

Koke 6: In un difficile primo tempo è tra i pochi che cerca di svariare e trovare le giuste giocate. Non trova grande concretezza ma corre come al solito tantissimo. Anche lui vittima di crampi

Griezmann 6: Tra i più vivi nel primo tempo, sbaglia incredibilmente il rigore del pari e questo influisce sul suo voto ma non si abbatte e continua a trovare giocate di qualità. Peccato

Fernando Torres 5.5: Torna in un palcoscenico dall’importanza incredibile, lui che quella coppa l’ha vinta con il Chelsea. Si procura il rigore, per il resto fa davvero poco

Lucas Hernandez 6: Entrare a 20 anni e poca esperienza in una finale di Champions non deve essere la cosa più facile del mondo, eppure il ragazzino copre bene ed esegue il compito, soprattutto quando salva su Lucas Vazquez

Thomas 6: Il giusto passo nei minuti finali. Importante con 2-3 recuperi

Simeone 8: Ogni anno gli cambiano mezza squadra infarcendola di giovani. Risultato, a un rigore dalla Coppa Campioni, la più importante. Con grinta, con un cuore immenso. Sbaglia la mossa Fernandez ma aveva pochissime alternative, corregge la squadra alla grande, forse poteva osare un minimo di più nei supplementari con il Real che sembrava aver accusato il colpo

Riccardo Bartolommei