Mondiale U17 2019 – Ottavi

Mondiale U17 2019 – Ottavi

Nigeria – Olanda   1-3 (Hansen, Olosegun, Hansen 2)

Nigeria

Ikenna 5: NUOVO TALENTO: 2003. Difensore centrale con leve lunghe, piuttosto longilineo, sbaglia la posizione sul primo GOL

Etim 6: NUOVO TALENTO: 2003. Terzino sinistro anche lui longilineo con leve lunghe, ha corsa e buone doti in prospettiva per il ruolo. Deve un po’ aggraziarsi e avere un pizzico di equilibrio in più, però sa spingere

Tijani 6.5: NUOVO TALENTO: 2003. Interno e capitano, ha leadership, è piccolo ma rapido, ha corsa, sa contrastare e ha lancio e geometrie, può diventare un buon motorino. Gioca una gara intensa

Said 6: NUOVO TALENTO: Dabo Babes Academy 2002. Interno-Ala dalle buoni doti tecniche, piccolo e che sa dribblare con buon controllo di palla e buona rapidità. Cerca di incidere e creare qualcosa soprattutto nel primo tempo

Amoo 6.5: NUOVO TALENTO: 2002. Ala piccola e dal buonissimo controllo del corpo, rapido con dribbling, buona esplosività e tecnica. Uno dei più attivi e continui

Olawale 5.5: NUOVO TALENTO: Tripple 44 FC 2002. Ala-Attaccante, leve lunghe, buon passo e progressione. Non si vede più di tanto anche se qualche iniziativa la cerca

Olusegun 6.5: NUOVO TALENTO: ABS 2002. Attaccante rapido, buonissima esplosività, atletismo, piccolo di statura con buon tiro, come quello che infila all’angolino dal limite per il momentaneo 1-1

Olanda

Raatsie 6: Può poco sul GOL, poi è poco impegnato

Hoever 6: Ordinaria amministrazione, può fare di più offensivamente

Regeer 6: Da altra sicurezza dietro, meno fisicità ma più testa rispetto a Bogarde

Rensch 6: Meglio rispetto alla prima in cui l’avevamo visto, molto più sicuro e tranquillo

Salah-Eddine 5.5: Non si vede tanto, con le sue doti atletiche può offrire di più

Maatsen 6: Nella sua duttilità viene ridirottato in mezzo, contributo di corsa soprattutto

Taylor 5.5: Gara piuttosto silente, fin troppo visto che sulla trequarti i ragazzi nigeriani sono vivi e attivi

Unuvar 5.5: Qualche spunto specie nel primo tempo, ma comunque un po’ poco

Taabouni 5.5: Anche quello che probabilmente è il miglior prospetto di quest’Olanda può fare di più, non gioca male, ci mancherebbe, però è meno continuo del solito e un po’ più confusionario

Braaf 7: Un buonissimo inizio, in cui ispira Hansen ed è il più attivo sulla trequarti con la sua tecnica e le sue partenze qualitative. Cala nella ripresa, ma ci sta

Hansen 8: Dopo le infauste prime due partite (sostituito e poi panchinato) si è preso questo mondiale, tripletta di classe, decisione, da dominatore! I primi due GOL sono sassate, poi il rigore della tranquillità

Allouch 6: NUOVO TALENTO: AZ Alkmaar 2002. Ala piccola e leggera, ha talento e sa dribblare, sa servire i compagni. Può essere un buon cambio per questa Olanda che dopo una pessima partenza e il rischio dell’eliminazione può ancora fare la voce grossa in questo mondiale

Brasile – Cile   3-2 (Kaio Jorge, Cruz 2, Kaio Jorge, Rosa)

Brasile

Matheus Donelli 6: NUOVO TALENTO: Corinthians 2002. Portiere a cui ancora manca qualche centimetro ma non certo l’agilità. Deve migliorare sui tiri bassi, non ha braccia lunghissime, un gatto però su alcune conclusioni. Sul primo GOL qualcosina in più forse poteva farla, poi un buon riflesso

Garcia 6: NUOVO TALENTO: Palmeiras 2002. Terzino destro normolineo, corsa e contrasto ma anche doti offensive, sa andare con la palla

Marinho 5.5: NUOVO TALENTO: Palmeiras 2002. Difensore centrale dalle buone doti fisiche (alto e ben impostato) e di leadership, capitano della squadra, non un gran posizionamento sul secondo GOL, doti tecniche discrete per il ruolo

Luan 5.5: NUOVO TALENTO: Atletico Paranaense 2002. Difensore centrale certamente più longilineo del compagno, più atletico, meno dotato anche a livello tecnico, efficace di testa. Brutta uscita che costa l’1-1

Patryck 6: NUOVO TALENTO: Sao Paulo 2003. Terzino sinistro brevilineo ma non piccolissimo, ha doti tecniche, sa andare con la palla, ha buon piede. Non si vede tantissimo in avanti, il suo pezzo forte

Cabral 6: NUOVO TALENTO: Flamengo 2002. Metronomo della squadra, buone doti tattiche, rapido e tecnico, sa impostare

Rosa 6.5: NUOVO TALENTO: Gremio 2002. Mediano alto, longilineo, ha contrasto ma anche buonissimo tiro come dimostra la sassata da fuori per il decisivo 3-2, leve lunghe per il tackle e colpo di testa

Gabriel Veron 6: NUOVO TALENTO: Palmeiras 2002. Ala di grandissimo dribbling, controllo, fantasia, tecnica. Uno degli elementi più interessanti, qualche colpo discontinuo in questa partita, ma nelle altre ha fatto faville

Peglow 6.5: NUOVO TALENTO: Internacional 2002. Trequartista-Attaccante, baricentro basso, fantasia, sa andare in verticale per i compagni. Anche lui non continuissimo nel match però qualche colpo discreto

Talles Magno 6: NUOVO TALENTO: Vasco da Gama 2002. Ala dal buon fisico, alto per il ruolo, mixa corsa, tecnica, fantasia, dribbling e buon controllo del corpo. Stella di questa squadra, non incide come forse potrebbe limitandosi a un paio di discrete fiammate, poi l’infortunio nel finale che compromette il suo mondiale. Peccato, lo avremmo rivisto volentieri

Kaio Jorge 7: NUOVO TALENTO: Santos 2002. Centravanti non alto (1.76) ma ben impostato fisicamente, sa fare il suo mestiere, ha fame, in area sa dire la sua anche di testa, ha tecnica, piede. Segna su punizione complice il posizionamento non perfetto del portiere, raddoppia in fuga con un gran diagonale, annullato per millimetri. Il 2-2 su rigore, importante perché a fine primo tempo, ci vogliono anche gli attributi giusti

Pedro Lucas 5.5: NUOVO TALENTO: Gremio 2002. Trequartista tecnico, baricentro basso, spunti non entusiasmanti nel tempo trascorso in campo

Cile

Fierro 5: NUOVO TALENTO: Colo Colo 2002. Portiere non alto e piuttosto leggero, tra i pali è agile e vola, però non ha posizione come dimostra sulla punizione dell’1-0, dove si piazza malissimo

Pizarro 6: NUOVO TALENTO: Colo Colo 2002. Regista-Mediano, piccolo, con posizione, tecnica, rapidità e capacità di giocare la palla. Buon elemento anche se si vede a sprazzi

Rojas 5.5: NUOVO TALENTO: Universidad de Cile 2002. Trequartista che ha tecnica, controllo, dribbling, non incide particolarmente ma non ha cattive doti. Forse più un interno in prospettiva futura, di qualità

Tapia 6.5: NUOVO TALENTO: Universidad Catolica 2002. Ala che magari non avrà un primo passo bruciante, ma è un normolineo dai grandi colpi, fantasioso, con dribbling, tecnica e gran controllo. Può essere davvero entusiasmante, tira fuori un dribbling ammorbante nel primo tempo e anche nella ripresa un paio di spunti di gran qualità li mette in mostra

Cruz 8: NUOVO TALENTO: Colo Colo 2003. Trequartista dal baricentro basso, piccolo e leggero, tecnica, dribbling, colpi, fantasia e buonissimo tiro, preciso e discretamente forte. Sa inserirsi, così firma l’1-2, prima aveva impattato con botta da fuori all’angolino. E’ solo un 2003 e si propone come nuovo gioiello cileno

Sepulveda 5: NUOVO TALENTO: Santiago Wanderers 2002. Ala di fisico più che di tecnica e spunto, ha forza e il piede non è male. Non offre però granché se non alcuni ripiegamenti tattici

Aravena 4.5: NUOVO TALENTO: Universidad Catolica 2002. Centravanti compatto, non certo alto ma come Kaio Jorge con doti da prima punta, semplicemente non ne azzecca una

Oroz 6: NUOVO TALENTO: Colo Colo 2002. Ala-Attaccante 2002. Ala classica nelle doti, mixa dribbling, tecnica e controllo, non gioca male il secondo tempo, sicuramente offrendo più di Sepulveda

Riccardo Bartolommei