Manchester UTD – Tottenham Hotspur 1-0 Tutto alla fine

Manchester UTD – Tottenham Hotspur   1-0   Tutto alla fine

Premier League 2017-18

Presentata da

Manchester UTD – Tottenham Hotspur   1-0 (Martial)

GOL: Martial (6G-6A) * 1 GOL ogni 67′ in Premier League

ASSIST: MU: Lukaku (11G-3A)

I MIGLIORI

Manchester UTD

MARTIAL 7: Entra e la decide con un bel GOL. Gioca poco e segna tanto, sta diventando il 12° uomo migliore al mondo. Ma per quanto si accontenterà? Anche un bel tacco ad innescare un contropiede

Tottenham Hotspur

DIER 6.5: Difficile trovare un migliore in un brutto Tottenham. Dietro copre diverse falle (soprattutto per un Alderweireld da 5, non certo in serata, ma anche Vertonghen, 5, non era lui) e quando riparte con la palla dimostra di aver acquisito un passo in transizione niente male

LE PAGELLE DEL TALENTO

Manchester UTD

De Gea 6: Gioca sempre bene con i piedi, rischia un brutto pasticcio con Jones

Bailly 6.5: Sempre sicuro e con pochissimi problemi, partita relativamente tranquilla

Jones 6: Parte bene con un paio di ottime chiusure, poi non sa frenarsi con De Gea in uscita e gli fa scappare la palla dalle mani, brutto rischio

Lukaku 6.5: Un fantasma per lunga parte del match, ma non viene mai servito. Si accende nel finale, prima una fuga con una bella conclusione in diagonale, poi il palo di testa con un grande stacco da fermo. Chiude con la spizzata che diventa l’ASSIST partita

Rashford 6: Dei due davanti è quello preposto a svariare naturalmente, lo fa dandosi da fare e impegnando Lloris in avvio su punizione. Nella ripresa orchestra due buonissime ripartenze e quando punta e ha campo ha pochi eguali

Lingard 6.5: Da brio alla squadra con il suo ingresso. Trova Lukaku con un buon cross per il palo del gigante belga

Mr. Mourinho 6: Sufficienza perché dal cilindro pesca Lingard e Martial che gli vincono la partita, ma questo pragmatismo “Mazzarriano” a noi piace zero! Un 3-4-1-2 in pieno stile anni 90, che toglie giocatori di qualità alla manovra in favore di corridori e difensori. No, a noi questo calcio non piace, i risultati gli daranno anche ragione ma esca da questo personaggio sempre ombroso e nervoso, oltre che regresso a livello di pura “voglia” di osare e torni a sorridere, perlomeno quando vince. Il Mou di 10 anni fa avrebbe trovato posto a 4 tra Martial, Lukaku, Rashford, Mkhitaryan e Lingard a costo di togliere il portiere… Oggi gioca queste partite in cui la prima emozione la vediamo al 75’…

Tottenham Hotspur

Winks 6: Si prende qualche pausa e non è che trovi chissà quale idea, ma è dentro il match e il suo brio fa bene alla squadra

Davies 6: Una buona diagonale nella ripresa, in fase di spinta cerca di accompagnare ma è logico che non possa creare lui

Aurier 5: Perde alla grande il confronto con Young (7), subendo la sua freschezza. Poco da segnalare in fase di arrembaggio

Eriksen 6: Perlomeno pennella una palla da applausi per Dele Alli, pur in una giornata grigia

Dele Alli 5: Schierato a nostro avviso troppo avanti, perché è quasi in linea con Son, forse per dare peso al gioco offensivo, non si vede mai e gioca un match nervoso

Son 5: Palloni con il contagocce, ma caro Pochettino, sarebbe un’ala…

Mr. Pochettino 4.5: Alli da interno a trequartista a quasi punta, tra poco giocherà oltre la porta avversaria… Son da ala a centravanti, l’assenza di Kane è già di per se un danno, la fa diventare una tragedia. Non osa praticamente nulla con la partita sullo 0-0 senza un briciolo di emozione, tornando solo al centravanti con l’ingresso di uno spento Llorente. Punito alla fine, fa peggio di Mourinho che almeno prova a cambiare

Riccardo Bartolommei