Manchester City – Leicester 1-3 LeIncredible!!!

Manchester City – Leicester   1-3   LeIncredible!!!

Premier League 2015-16

Manchester City – Leicester   1-3 (Huth, Mahrez, Huth, Aguero)

Ci sono momenti nello sport in cui guardi le cose con un’incredulità tale che anche i giorni seguenti ti chiedi: ma è successo realmente?… Penso all’1-7 della Germania al Brasile padrone di casa al Mundial 2014, per restare a questa stagione le bocche aperte sono soprattutto per i pokerissimi di Lewandowski e Aguero, fatti in pochissimi minuti. Ma anche quest’oggi abbiamo assistito ad un qualcosa che teoricamente non dovrebbe avere spiegazione. Il Manchester City, colosso economico del calcio odierno, contro il Leicester, quello dei miracoli, quello che sembra sempre lì per caso, quello a cui tutti pronosticano prima o poi una caduta, da quel trono che per storia, blasone e possibilità in puri termini di quattrini non gli dovrebbe minimamente appartenere. Al minuto 86 il risultato dice 0-3 per gli uomini di Ranieri… Aguero, indomito, non scalfisce una vittoria netta, prepotente, strameritata. E se il gigante Huth segna addirittura una doppietta, Mahrez ci mette il colpo di genio con un gol meraviglia, uno dei suoi insomma… E Vardy? Gioca in maniera clamorosa per la squadra, due volte arriva davanti ad Hart che riesce a murarlo. Andiamo con le pagelle di tutti i protagonisti in campo, allenatori compresi

I MIGLIORI

Manchester City

Hart 6.5: Due ottime uscite su Vardy, sui gol nulla può

Leicester

Huth 9: Raramente ci lanciamo in voti così alti, beh il gigante di Ranieri lo merita, perché dietro non fa filtrare una mosca (Aguero segna in fuorigioco tra l’altro…) e ci mette così per dire una doppietta. Monumentale

LE PAGELLE

Manchester City

Zabaleta 6: Prova a spingere e lo fa anche bene, dietro soffre Albrighton

Demichelis 4: Pachidermico, sia sul gol del vantaggio sia in tante occasioni in cui Vardy gli sfugge. Esperienza e posizione non bastano più

Otamendi 4.5: L’ombra del giocatore ammirato a Valencia (e che il Valencia sta ancora piangendo…). Anche lui avrà un gran mal di testa

Kolarov 5: Non si arrende e spinge fino alla fine, lo fa però con troppi errori tra tiri e cross, e dietro prende Mahrez solo con i calci

Fernandinho 4.5: Forse la partita più brutta che gli abbiamo visto fare, surclassato dal dinamismo e dall’intensità dei centrali di centrocampo di Ranieri. Appena meglio la ripresa

Touré 4: Non ci sono scuse, è fermo e non trova mai una giocata, giustamente sostituito, anche se il suo tiro e il suo colpo di testa potevano essere utili, Pellegrini lancia però un messaggio

Silva 5: Una buona giocata nel primo tempo, troppo poco per il giocatore che è e che ultimamente fatica ad essere

Sterling 6: Non ce la sentiamo di dargli l’insufficienza perché trova diverse giocate di buona qualità, con degli errori nel finale

Delph 5.5: Schierato da esterno ci mette corsa e buona volontà con un paio di buoni cross nel primo tempo, non ha però abbastanza qualità per giocare in quella posizione nel City, forse Pellegrini poteva avanzare trequartista Touré con Sterling largo e impiegare il suo dinamismo in mezzo al campo

Aguero 6.5: Ogni volta che prende palla è pericoloso, la squadra lo serve però molto male. Nel primo tempo una sua bella iniziativa porta ad un pallone da spingere in porta da due passi, ritardo colpevole dei suoi compagni. Nella ripresa è spesso murato o fermato, trova la forza di segnare il gol della bandiera (pur partendo in fuorigioco) e nel recupero ha la palla per il clamoroso 3-2, sbaglia, stremato

Fernando 6: Entra e ha la chances dell’1-2, Schmeichel fa il miracolo. Perlomeno qualcosa fa…

Iheanacho 6: Tanto movimento, personalità nel prendere palla e nel cercare lo scambio. Crea un’ottima occasione nel finale che porta al tiro Zabaleta. Sufficienza per la volontà e perché entra in un momento non certo facile

Celina 6.5: Il 96 che vi abbiamo presentato la scorsa stagione in ambito Youth League (che mancanza quest’anno nel palinsesto italiano!) entra e mette subito in mostra il suo ottimo piede e la sua tecnica. Esordio e 1° ASSIST in carriera, anche bello per la testa del Kun

Pellegrini 4.5: La scelta di inserire Sterling più nel vivo del gioco non è male, ma così è costretto ad allargare Delph con Yaya centrale di centrocampo. L’ivoriano è fermo, Delph non ha la qualità per giocare lì, visto il risultato sono scelte alquanto discutibili

Leicester

Schmeichel 7: La paratona su Fernando soprattutto, ma anche la pronta uscita su Aguero nel recupero. Papà Peter può essere orgoglioso

Simpson 6.5: Mezzo voto in meno per lo sciagurato passaggio nel recupero che poteva costare un finale incandescente. Peccato perché prima aveva coperto benissimo e cercato in alcune occasioni la sortita offensiva

Morgan 6.5: Ci mette addirittura qualche uscita difensiva palla al piede, qualche fallo di troppo ma la solita solidità

Fuchs 6: Qualche rinvio grossolano, ma chissene… Un errore nel primo tempo quando è troppo irruento su Zabaleta, l’arbitro concede punizione dal limite ma sembrava rigore… Per il resto difende abbastanza bene, vedendosi poco in avanti

Drinkwater 7.5: Ah che partita! La posizione, il contrasto, l’avvio dell’azione, giocatore iper prezioso!

Kanté 7: Sporca mille palloni, corre come un forsennato, la sua solita partita in poche parole! Impagabile

Mahrez 8: Lo spunto che porta alla punizione dell’1-0, dopo 2′, vale già da solo il prezzo del biglietto, con 2 avversari lasciati sul posto. Crossa e sforna l’assist per Huth, segna il 2-0 con un gol favoloso, controllo di lusso a saltare un primo avversario, Demichelis mandato al bar e botta sul primo palo, ve lo avevamo presentato la scorsa stagione, dicendovi di riservargli uno sguardo speciale… Ve lo avevamo detto insomma, 14 GOL, 9 ASSIST in stagione, che dire ancora?…

Albrighton 7.5: Abnegazione tattica, palloni al bacio, tantissima corsa! Questo è stato oggi Albrighton, prezioso e bravissimo!

Okazaki 6.5: Mamma mia quanto corre, quanto si sbatte, con che ardore si lancia su ogni pallone. Peccato che ne buchi 3-4 in area che potevano portarlo alla gloria personale. Soldatino da medaglia all’onore!

Vardy 6.5: Non trova il gol ma confeziona un paio di cioccolatini su cui i compagni arrivano in leggero ritardo. Arriva anche davanti ad Hart che riesce a parare entrambe le occasioni. Poco male, arriveranno momenti più decisivi per timbrare ancora il cartellino, e non parliamo di fabbriche ma di GOL

Ranieri 9: Ma cosa ha costruito? Una truppa fatta di gente che si sacrifica, che sa giocare, che sa muoversi! Lo stato di grazia di TUTTI i suoi giocatori non può essere un caso, è da statua!

Riccardo Bartolommei