Inter – Milan 0-0 Il vorrei ma non riesco…..

Serie A 2014-15 

Inter – Milan   0-0

Un derby che certamente non passerà alla storia. Le due milanesi ci provano, sono accorte, si impegnano, sono anche messe bene in campo, per il gioco però dovremmo ripassare il prossimo anno. La partita vive di fiammate, in cui talvolta l’una talvolta l’altra squadra sembrano potersi superare, i portieri però fanno il loro dovere e alla fine, un po’ malinconicamente, arriva uno 0-0 che fotografa l’annata di due squadre che sicuramente dovranno migliorare e non poco per ritornare ai fasti del recente passato. Vediamo migliori e pagelle

I MIGLIORI

Inter

Ranocchia 7.5: Un derby da capitano e da migliore può essere un buon punto da cui ripartire e cercare di non ricadere in vecchie amnesie. Duro, sicuro, tranquillo e soprattutto concentrato, la fase difensiva dell’Inter beneficia di questo suo status

Milan

De Jong 7: Pur non essendo un fenomeno sembra giocatore di altro lignaggio, difensivamente una diga e da ordine in prima costruzione

MIGLIOR GIOVANE

Suso 6.5: Ottimo primo tempo dello spagnolo, che vi avevamo segnalato nel 2013. E’ pericoloso quando rientra e calcia con il sinistro, in tandem con Abate sono una delle fonti offensive da cui la squadra di Pippo Inzaghi si abbevera. Bello anche un cambio di gioco a tutto campo che è una delle sue caratteristiche principi

Inter

Handanovic 6.5: Non interventi da fenomeno, ma risponde sempre presente e da sicurezza

D’Ambrosio 6: Spinge anche discretamente anche se i cross non sempre sono all’altezza, dalla sua parte Bonaventura non punge

Vidic 6.5: Non male, una delle sue migliori prestazioni in Italia, difende tranquillo e si esibisce in qualche buona chiusura

Juan Jesus 6: Non è un terzino, però sembra aver ritrovato una buona condizione fisica, spinge anche nel primo tempo nel quale arriva due-tre volte al cross, soffre un po’ Suso perché Kovacic lo aiuta poco quando sovrappone Abate

Medel 6.5: Come De Jong garantisce equilibrio, anche se è più scolastico

Gnoukouri 6: Molto bene atleticamente, se la cava con la palla tra i piedi mettendo spesso in ordine, la sua corsa da freschezza al centrocampo nerazzurro. E’ un 96 e se continua a crescere potrà essere utilissimo per il futuro

Kovacic 6: Non gioca neanche male, crescendo nel secondo tempo anche se perde qualche pallone, da ordine, a volte anche troppo perché da lui ci si aspetta sempre il guizzo che anche stasera non arriva

Hernanes 6.5: Buona la sua partita, continuo e pericoloso

Palacio 6: Sempre una minaccia, innesca spesso il contropiede correndo anche tantissimo, mezzo voto in meno perché quella conclusione da due passi sarà sfortunata, ma da lì si deve far gol

Icardi 6: Lavora tantissimo per la squadra, conclude poco fino al 90° quando con una splendida azione in area sfiora il palo

Obi 6: Entra dopo una vita, stava per essere ancora decisivo nel derby con il tirocross che Palacio non traduce in gol da un metro, corre ed aiuta

Mancini 6: Forse doveva osare di più un po’ prima

Milan

Diego Lopez 7: Due-tre ottimi interventi, uno su Hernanes nel primo tempo, poi su Juan Jesus e Palacio (anche se fortunatamente, ma c’era) nella ripresa, sempre sicuro nelle uscite

Abate 6.5: Da vita ad un asse interessante con Suso nel primo tempo, cala un po’ nella ripresa ma nel complesso spinge bene e non soffre troppo dietro

Alex 6.5: Solida partita dell’ex PSG

Mexes 6.5: Nel primo tempo è il migliore, il pallone dalle sue parti è sempre suo, sempre con risolutezza. Nella ripresa cala un po’ e qualche crepa difensiva si apre, l’aveva combinata grossa, salvato dal fallo (che c’è) di Palacio su Paletta

Antonelli 5.5: Si vede pochissimo in fase di spinta

Van Ginkel 5.5: Centrocampista dal buon fisico e dal buon tocco, troppo lento per fare l’interno, dovrebbe giocare centrale, non gioca un cattivo primo tempo, cala nella ripresa in maniera evidente

Poli 5: Non si vede mai e pur correndo da poca sostanza

Bonaventura 5.5: Mister utilità, classico giocatore che gli allenatori amano, duttile, di corsa e qualità, però offensivamente per la posizione che tiene per gran parte del match combina troppo poco

Menez 6: Spauracchio evidente, quando parte mette paura, si prende però troppe pause e spesso è (come gli capita a volte) un po’ indolente

Paletta 6: Non soffre particolarmente e non fa errori

Destro 5.5: Si vede solo una volta quando si libera bene ma calcia debolmente, poteva incidere di più

Inzaghi 5.5: Il suo Milan gioca una partita un po’ contratta, la paura di perdere è più evidente che nell’Inter, con il potenziale offensivo a disposizione poteva anche lui osare di più

 

 

 

Riccardo Bartolommei