Inter – Atalanta 1-0 Il lampo di Jojo porta un po’ di sereno

Inter – Atalanta   1-0   Il lampo di Jojo porta un po’ di sereno

Serie A 2015-16

Inter – Atalanta   1-0   (Jovetic)

L’Inter riesce all’ultimo sospiro a battere una coriacea Atalanta. La partita non è bella, gli orobici si presentano a San Siro con il chiaro intento di chiudere ogni pertugio, conoscendo le difficoltà dell’Inter in costruzione, e cercando di ripartire con i velocissimi Moralez e Gomez. Il match perde subito i due bomber, sia Icardi che Denis sono costretti alla resa, la prima parte scivola via senza emozioni. Nel finale di primo tempo l’Inter riesce a farsi pericolosa, con Brozovic e Kondogbia. La ripresa è ancor più a senso unico, con la stanchezza che offusca le idee di entrambe le squadre. Sportiello para tutto, soprattutto su Kondogbia e Santon, poi la magia di Jovetic che risolleva gli animi nerazzurri; squadra comunque ancora molto incompleta, il mercato dovrà per forza porre rimedio. Migliori e pagelle dei talenti impegnati

I MIGLIORI

Inter

Jovetic 7: Entra subito per Icardi, ci prova ed è vivo e volenteroso. Bravo a partire da fermo, specialità della casa, e a dialogare con i compagni. Qualche errore, inevitabile, poi un missile che sfiora il sette nel finale. Nel recupero, è scaltro e magico a trovare l’angolo opposto, splendido e imparabile anche per un Super-Sportiello. Rinascerà davvero Jojo?

Atalanta

Sportiello 7: Di piede su Kondogbia nel primo tempo, poi con guantoni sul francese, su Santon e su Palacio. Nulla può sul bel gol di Jovetic

LE PAGELLE

Inter

Santon 5.5: Soffre in diverse ripartenze, ha campo ma è troppo preoccupato di Gomez e Moralez che si alternano dalla sua parte. Nel finale un bel tiro parato da Sportiello e un’altra azione di personalità. Deve essere più convinto, forse l’estate sul mercato gli ha tolto, ancora, sicurezza

Murillo 6.5: Molto bene, anticipi, chiusure e uscite difensive da signore, l’esordio nel campionato italiano è più che positivo, grazie anche alla sicurezza che gli da un buon Miranda

Juan Jesus 6.5: La sorpresa. Guardato da tutto lo stadio e non solo con scetticismo, il brasiliano non soffre dietro, davanti ci mette anche due-tre sgroppate pericolose con un paio di cross davvero buoni. Anche qualche errore, ci mancherebbe

Gnoukouri 5: Inizia da mediano, smistando palloni. Fa quasi subito un errore grave, perdendo un brutto pallone in uscita. Da lì passa interno e colleziona errori, pur correndo e provandoci

Kondogbia 6.5: Buona la prima del francese. Per lunghi tratti sembra l’unico capace di una giocata che accende la gara e il pubblico. E’ anche il più pericoloso, dapprima con un piatto che Sportiello para di piede, poi con una botta dalla distanza che costringe i guantoni del portiere in angolo. Cala un po’ nel finale

Brozovic 6: Molto volenteroso, alterna giocate di grande intensità a qualche errore. Non trova mai il suo proverbiale tiro dalla distanza

Atalanta

De Roon 6: Mediano olandese classe 91. Ha intelligenza tattica e buone doti tecnico atletiche. Bravo a fare filtro, una bella sgroppata nella ripresa dopo un pallone recuperato. Nel primo tempo si vede troppo poco in fase di costruzione, commette anche qualche errore di misura. Nel complesso è comunque sufficiente

 

Riccardo Bartolommei