Grecia U19 – Austria U19 0-0 Pari che fa felici i greci

Grecia U19 – Austria U19   0-0   Pari che fa felici i greci

Euro U19

Grecia – Austria   0-0

Pari a reti bianche tra i padroni di casa della Grecia e una sprecona Austria, che forse meritava di vincere e ora si trova spalle al muro, costretta a battere l’Ucraina e a sperare nella vittoria della Francia sugli ellenici. E potrebbe non bastare per la differenza reti….. Vediamo i migliori e le pagelle, scoprendo i talenti greci e facendoci raccontare il match dalle prestazioni dei ragazzi

I MIGLIORI

Grecia

Kotsaris 6.5: Portiere 96 del Panathinaikos. Non deve compiere chissà quali miracoli ma è sempre attento e sicuro, ha buon fisico e tra i pali sembra bravo. Escales ha concorrenza per il nostro TOP 11…..

Austria

Horvath 7: Il piccolo fantasista austriaco è davvero cresciuto. Tante accelerazioni e tante idee per i compagni, una palla d’oro servita a Kvasina che calcia alto…. L’assist grida vendetta…..

Grecia

Roussos 5.5: Difensore centrale classe 96 della Juventus. Giocatore molto interessante dal punto di vista fisico, è alto ma ben piazzato e anche rapido. Diverse incertezze nel primo tempo, grave quando si fa soffiare palla da Horvath per l’occasione più ghiotta dell’Austria, graziato da Kvasina. Nella ripresa proprio sul centravanti compie un bel recupero, guadagnandosi mezzo punto

Tselepidis 5.5: Difensore centrale classe 96 del PAOK. Anche lui alto e messo bene fisicamente ma non lento, anche per lui troppi errori nel primo tempo, nel quale la difesa centrale ellenica pare un groviera….. Deve migliorare tecnicamente

Tsimikas 6: Terzino sinistro classe 96 dell’Olympiacos. Rapido e dalla buona corsa, ha anche discreta qualità. Deve essere più convinto, nella ripresa commette qualche errore

Staikos 5.5: Centrocampista 96 del Panathinaikos. Abbina buon fisico alle doti del centrocampista moderno, ovvero quantità e qualità. Si vede però troppo poco e non incide pur in posizione leggermente più avanzata

Kynigopoulos 6: Il ragazzo più interessante. Ala 96 dell’Eginiakos, ha buon fisico e una velocità pazzesca. Grande accelerazione anche da fermo, ha buon dribbling e buona tecnica. Mezzo punto in meno e migliore in campo giocato con una sciocchezza in area, un dribbling errato che poteva veramente costare caro…. Ecco questo lo deve evitare totalmente

Vergos 6: Centravanti classe 96 dell’Olympiacos. Centravanti dalle buone caratteristiche fisiche, e che ha anche fantasia e dribbling di buon livello. In una partita rinunciataria da parte dei padroni di casa tira fuori qualche buon numero e impegna il portiere con un bel tiro da fuori

Saliakas 6: Terzino destro 1996 dell’Olympiacos. Subentra, sicuramente meglio del titolare, difende bene e ogni tanto prova la sortita

Pozoglou 6,5: Ala 96 del PAOK. Baricentro basso, rapido e con buon dribbling, fa valere la sua freschezza creando qualche pericolo

Orfanidis NG: Trequartista 96 dello Skoda Xanthi. Purtroppo si vede per pochi minuti. N°10 classico con baricentro basso, tecnica e qualità nei passaggi

Austria

X. Schlager 6.5: Dirottato terzino destro, gioca con incredibile abnegazione e la solita classe, concedendosi un paio di numeri niente male. Ripeto, ragazzo da seguire

Peric 7: Qualche piccolo errore nelle diagonali nel primo tempo, però cavolo le prende 1000! In anticipo, con durezza e correttezza, ragazzo notevole sull’uomo

Domej 6.5: Buona gara, con diverse chiusure e senza sbavature nella sua zona

Tursch 6: Mediano 96 dell’Austria Lustenau. Mediano classico, fisicamente a posto, buon contrasto e buon primo passaggio

Prokop 6.5: Crea un paio di pericoli, salendo di tono nella ripresa dopo un primo tempo un po’ pasticciato

Dorta 5.5: Ala 96 del LASK Linz. Ha buona tecnica e buona rapidità, si accende però troppo poco e viene sostituito

Ripic 5: Si fatica a capire il perché sia titolare…..

Kvasina 6: Non è facile dargli il voto, giocata splendida nel primo tempo e palo pieno. Poi si divora il gol del vantaggio calciando alto dopo uno cioccolatino di Horvath. Nella ripresa si presenta ancora al tiro ma Kotsaris para

 

Riccardo Bartolommei