Flamengo – Independiente 1-1 Baby Barco Rey De Copa!

Flamengo – Independiente   1-1   Baby Barco Rey De Copa!

Copa Sudamericana 2017

FINALE

Flamengo – Independiente   1-1 (Lucas Paquetà, Barco)

GOL: F: Lucas Paquetà (3G-1A)   I: Barco rig. (4G-2A)

I MIGLIORI

Flamengo

LUCAS PAQUETA’ 7.5: Conferma doti fuori dal comune, con un controllo del corpo in velocità e una tecnica evidentissimi. Il più ispirato per 3/4 di match, esce stremato nel finale. Apre il tabellino con un GOL di rapina, ne sfiora uno nel secondo tempo che sarebbe stato un gioiello: passa in mezzo a 3 avversari, cade e da terra trova il modo di indirizzare bene verso la porta, Campana (6.5) è attento e chiude lo specchio. Bella anche un’azione sullo 0-0 quando sterza alla grande in area e un paio di servizi in profondità fatti tutti con grande qualità. Da prendere

Independiente

BARCO 7.5: Un peccato il fatto che probabilmente come la stellina Almiron andrà a giocare in MLS. Ma per entrambi c’è tempo per l’Europa. Parte piano, poi il rigore che trasforma con grande freddezza, ed è quello che vale la Copa! Nella ripresa oltre a dare una grande mano in fase di recupero trova 3-4 spunti degni del grande talento che è, saltando come birilli gli avversari, conquistando falli e ispirando i compagni. E’ lui il Rey de Copa!

LE PAGELLE DEL TALENTO

Flamengo

Cesar 6.5: Attento nelle varie situazioni di routine, miracolo su Albertengo (6.5) anche se a gioco fermo per una spinta di El Flaco

Trauco 5.5: L’inizio sembra promettere una gara arrembante ma si impanna subito

Cuellar 5: Un paio di buoni recuperi subito, specie uno su Barco in velocità, ma sbaglia troppo in fase di impostazione e ci mette la sciocchezza del rigore regalato al Diablo, che sarà fatale

Willian Arao 6: Cerca di far male in termini di inserimenti ma ci va solo vicino, lotta e ferma Barco con grande caparbietà nel finale

Vizeu 5.5: Lavora per la squadra e non staziona in area, svariando molto. Non trova conclusioni, ma dimostra di aver messo su del mestiere

Vinicius Junior 6: Ancora una volta subentra e si dimostra piuttosto vivo, quando sprinta sfoggia un primo passo di gran livello. Qualche errore, anche banale a certificare i suoi 17 anni, ci sta

Mr. Rueda 6: Tradito da Cuellar, la sua squadra se la gioca fino in fondo con la grande occasione di Rever (7). Tradito da un Diego (5) non certo nella sua miglior serata. Questa volta non ha vinto, ma già arrivare sempre in fondo lo incorona come uno degli allenatori più affidabili del Sud America

Independiente

Bustos 6.5: Prima parte di gara un po’ timida, in cui controlla la sua zona ma non è arrembante come al solito, più preoccupato a difendere. Nella ripresa sale di tono e offre due scorribande degne del Tractor!

Franco 6.5: Meno visibile rispetto alle ultime uscite ma ugualmente efficace

Tagliafico 7: Ancora una volta il capitano smette il vestito buono e indossa quello di guerriero! Soffre sì Paquetà, ma risponde colpo su colpo dando vita ad un duello splendido che vale la finale! L’Europa non lo ha tenuto, ma la merita!

Benitez 6.5: Parte forte con un paio di serpentine molto interessanti, poi si arrende per un guaio muscolare

Meza 7: Trova lo spunto del rigore, e non è il solo nella sua brillante partita. Ragazzo di gran qualità

Mr. Holan 7.5: Ancora una volta lo incensiamo, perché fa scelte coraggiose come escludere i due ex granata Sanchez Mino e Gaston Silva, fin qui titolarissimi per impiegare l’esperto ma rischioso ex Bilbao Amorebieta (7) e l’ex Genoa Domingo (6.5). E ha ragione lui, perché dopo una partenza difficile con il Fla che preme per trovare il vantaggio, riequilibra la gara e dopo soffre ma non concede occasioni così clamorose e soprattutto numerose ai rivali. Coraggioso anche quando inserisce Albertengo (6.5) in luogo di Benitez, un secondo centravanti per trovare il pari che arriva subito dopo, ma lui non si scuote e El Flaco fa il suo compito con grande abnegazione, dimostrazione che sa arrivare ai suoi giocatori. Rivincita anche per un gran Gigliotti (7), l’ex Novara dimentica il rigore sbagliato nella semifinale con il River di tre anni fa (se lo cercate troverete ancora il nostro articolo) e un inizio di stagione al di sotto delle attese. Solo un gran salvataggio dell’ex Roma Juan (7) gli nega un gol con tocco sotto dopo una gran progressione che sarebbe stata una perla storica. Il Diablo è Campione, il Rey de Copas torna sul tetto (ino) del Sudamerica!

Riccardo Bartolommei