Euro U17 – II° Giornata

Euro U17 – II° Giornata

Dopo la vittoria della Francia nella Finale con l’Olanda che vi abbiamo documentato, riprendiamo l’analisi delle varie giornate alla scoperta dei migliori talenti della Competizione

 

Germania – Lussemburgo   3-0

GERMANIA

Nelson Weiper, 2005, Mainz 05. Centravantone alla Haaland, altissimo (1.92), leve lunghe, cavalca bene con la palla, la sa lavorare e proteggere, sa dribblare con ottimo controllo del corpo, per il controllo della palla può ancora limare qualche imprecisione. Tecnicamente valido, sa far male di testa e sa servire i compagni

Samuele Di Benedetto, 2005, Stoccarda. Italo-Tedesco, è un regista brevilineo, sa gestire la palla e dare i tempi, è rapido e sa dribblare sullo stretto, serve bene i compagni. Da migliorare qualche controllo (bene quello del corpo, sempre molto equilibrato) e qualche lancio

Laurin Ulrich, 2005, Stoccarda. Ala-Trequartista, rapido, tecnico, brevilineo con baricentro basso, sa servire i compagni e ha ottimo piede. Buona la leadership, non disdegna una mano in fase difensiva

Tarek Buchmann, 2005, Bayern Monaco. Difensore centrale fisicato, alto, ha contrasto, forza, è bravo tecnicamente, ha colpo di testa e sa far uscire la palla con buon lancio. Interessante

Arijon Ibrahimovic, 2005, Bayern Monaco. Ala potente, ha controllo di palla, tecnica, sa dribblare, buona predisposizione a servire i compagni, buon tiro

 

Francia – Bulgaria   4-0

FRANCIA

Ayman Aiki, 2005, Saint-Etienne. Ala esplosiva, ottimo il tiro, sa dribblare e ha buon gioco di gambe

 

Serbia – Turchia   2-1

SERBIA

Mateja Bubanj, 2005, Stella Rossa. Centravanti molto interessante, ha fisico e mixa sia forza sia atletismo, è alto, è bravo di testa, sa dribblare, andare con la palla, ha lancio per cambiare gioco alla Kane (classica caratteristica del bomber inglese). La dote migliore è la capacità di fare la sponda anche di prima, innescando bene i compagni con preziosi ASSIST. Il tiro è buono

 

TURCHIA

Diren Dagdeviren, 2005, Hoffenheim. Mediano-Regista, parte male nel match perdendo un brutto pallone in disimpegno sbagliato, da cui nasce il vantaggio serbo. Poi però fa vedere perché può essere un talento interessante, sfrutta la sua rapidità per dribblare e la sua tecnica per servire il compagno per il pari. Ha equilibrio

Mert Furkan Bayram, 2005, Altinordu. Portiere con braccia abbastanza lunghe, ha leadership, grande agilità tra i pali, esce bene sia basso sia in presa alta

 

Spagna – Belgio   2-0

SPAGNA

Javier Bonar, 2005, Atletico Madrid. Difensore centrale ma anche terzino destro, dove gioca nel torneo e dove probabilmente ha futuro, visto che non è altissimo (anche se molto bravo di testa in area avversaria), ha tecnica, proprietà, sa andare con la palla con qualità. Difensivamente ha buon contrasto

Gerard Hernandez, 2005, Barcellona. Classico mediano alla Busquets, plasmato dalla Masia. Leve piuttosto lunghe, contrasto, buona capacità di prima impostazione, con qualità, lancio e verticali

 

Danimarca – Scozia   3-1

DANIMARCA

Noah Nartey, 2005, Brondby. Interno normolineo, ha tecnica, buon tiro e capacità di inserimento. Bravo anche nel servire i compagni

Markus Jensen, 2005, Odense. Interno tecnico, rapido, buon controllo di palla, sa andare con questa e dribblare

Oscar Hojlund, 2005, Copenhagen. Nonostante non sia titolare questo è un interno interessante, ha fisico, forza, capacità di dribbling, buon cambio di passo e sa servire bene i compagni anche in verticale con buone idee. Anche il tiro non è male

SCOZIA

Dylan Reid, 2005, St. Mirren. Mediano grosso, alto, gran lancio e buone idee. Non veloce e rapido, ha gran leadership

Rory Wilson, 2005, Glasgow Rangers. Centravanti che sarà svincolato e potrà scegliere la prossima destinazione, che sembra possa essere l’Aston Villa. Altezza normale (1.83), abbastanza leggero, rapido e veloce, somiglia a Vardy, buonissima tecnica, capacità di dribbling, vede la porta, sa muoversi senza palla e ha grande intensità di gioco. Bravo anche nelle sponde. Ragazzo interessante

 

Portogallo – Svezia   4-2

PORTOGALLO

Ussumane Djalò, 2005, Benfica. Trequartista piccolo, gran controllo di palla e corpo, tecnica, dribbling. Sa servire i compagni

Joao Veloso, 2005, Benfica. Interno che ha già buonissimo fisico, grosso e atletico, ha contrasto, intensità, tecnica, buonissimo tiro. Ha futuro

SVEZIA

Emmanuel Tannor, 2005, Parma. Centravanti che sa svariare, ha forza ed esplosività, tecnica e buon piede. Corsa non fluidissima

 

Riccardo Bartolommei