Empoli – Inter 0-1 La legge di Icardi

Serie A 2015-16

Empoli – Inter   0-1   (Icardi)

Torna l’Inter cinica, quella che basta una palla buona per mettere in cascina 3 punti. La squadra di Mancini con una zampata del bomber a primo tempo quasi scaduto passa al Castellani contro un buon Empoli, bello l’assist di Perisic (6.5, doppio passo, cross, gol, essenziale!). La gara non è certo di quelle da ricordare, ma i nerazzurri concedono il giusto ai padroni di casa che mettono comunque in mostra un buonissimo palleggio e discrete trame. L’Inter nella ripresa controlla con qualche affanno di troppo, quando premendo sull’acceleratore la partita la poteva sicuramente chiudere. Gol da 3 punti, gol da primato in classifica, con le altre dietro che premono ad eccezione della Roma fermata a Verona dal Chievo. Il VIDEO con le azioni salienti e le nostre PAGELLE!!!

https://www.youtube.com/watch?v=IOYHzSSRMMw

I MIGLIORI

Empoli

Saponara 6.5: Da qualità e profondità al gioco dell’Empoli, punto di riferimento di ogni manovra offensiva

Inter

Miranda 6.5: Ancora una volta è lui il signore della retroguardia, anche perché Murillo non è propriamente in giornata. Chiude con precisione intelligenza ed eleganza, come sempre…

LE PAGELLE

Empoli

Skorupski 6: Sicuro sulle conclusioni dell’Inter che prova a pungere soprattutto da fuori. Non può nulla sul tocco sottomisura di Icardi

Barba 5: Lascia 2 metri a Icardi nell’occasione del gol, il peccato è mortale

Mario Rui 6: Lotta e cerca di riproporsi, spesso si lascia troppo cadere e questo non è bello. Gioca un match comunque tosto nelle due fasi

Zielinski 6.5: Non incisivo come altre volte, qualche giocata di qualità e comunque una buona presenza in mezzo

Paredes 6: Anche per lui una presenza di buona qualità pur senza grossi picchi, il piede sui calci da fermo è sempre insidioso

Buchel 6: Il mix tra un buonissimo primo tempo in cui contrasta benissimo e riparte bene, scaldando anche i guantoni di Handa e una ripresa più confusionaria con due palloni sparati malamente in curva

Pucciarelli 5.5: Vivace ma poco pungente, reclama un rigore, il tocco probabilmente c’è ma è morbido, poteva forse concentrarsi sull’occasione…

Livaja 5.5: Storicamente nervoso, non trova grossi spunti

Inter

Murillo 5: Incertezze dietro e errori in fase di appoggio, brutta gara del colombiano, ed è una rarità

Brozovic 6.5: Il bicchiere di troppo che gli è costato la patente nelle vacanze è evidentemente smaltito. Da qualità al gioco dell’Inter, innescando buonissime trame e cercando anche la conclusione. Non lo rimettete fuori…

Kondogbia 6: Sempre a metà tra lo spaccare il mondo e perdersi in un bicchier d’acqua. Buone iniziative, soprattutto una galoppata nella prima frazione, qualche appoggio sbagliato, buona lotta. Sufficienza sì, ma può e deve fare di più

Ljajic 6.5: Nel primo tempo fatica a trovare palloni da lavorare, ma quando lo fa accende la luce. Anche nella ripresa prova sempre a dare un appoggio al portatore di palla, giocando una partita intelligente e preziosa

Icardi 6.5: Dopo la panca con il Genoa non si è più fermato. Lavora bene alcuni palloni nel primo tempo, al primo pallone buono la palla è in fondo al sacco. 3 punti. Prendere o lasciare. Credo che il 99% dei sani di mente, e forse son stato stretto, prenderebbero…

Riccardo Bartolommei