Brasile U17 – Corea del Sud U17 0-1 Il calcio sta cambiando

Brasile U17 – Corea del Sud U17   0-1   Il calcio sta cambiando

Mondiale U17 2015

Brasile – Corea del Sud   0-1 (Jang)

Come da titolo, il calcio sta cambiando. Era impensabile solo qualche anno fa vedere una nazionale giovanile asiatica battere una corazzata come il Brasile. Eppure, a vedere la partita di esordio di queste due squadre nel Mondiale U17 in scena in Cile, i verdeoro sono sembrati per una volta poca cosa, la Corea una squadra compatta, ordinata, che corre tanto e soprattutto ha quelle individualità che prima non aveva. E così gli asiatici si sono difesi con ordine, e hanno anche avuto le migliori occasioni, sia nella fase iniziale, sia in quella finale dove hanno piazzato il colpo da KO. Andiamo a conoscere i ragazzi più interessanti scesi in campo

I MIGLIORI

Brasile

Rogerio 6.5: Terzino sinistro 98 dell’Internacional. Classico terzino brasiliano, rapido, tecnico, esplosivo e con tanta corsa. Offensivamente è indubbiamente il migliore dei suoi, spinge e crea pericoli con accelerazioni e buoni cross. Difensivamente bene il primo tempo, ma nell’occasione del gol viene uccellato da Kim che piazza poi il cross che diventerà decisivo

Corea del Sud

Jang 7: E’ un centrocampista 98 dell’Ulsan Giovinezza. Centrocampista davanti alla difesa di qualità, ha buona tecnica e piazza il colpo decisivo con un bel gol da dentro l’area di rigore

LE PAGELLE

Brasile

Juliano 6: Portiere 98 dell’Atletico Paranaense. Non sembra un cattivo portiere anche se deve limare certi errori. Nel primo tempo respinge corto una botta da fuori, poi è miracoloso su Lee. Sul gol non sembra irreprensibile anche se il tiro arriva da vicino. Nel finale salva su Sang-Heon Lee. Bene nelle prese

Kleber 6: Terzino destro 98 del Flamengo. Anche lui un classico terzino brasiliano, forse appena più grosso e meno esplosivo del collega di fascia sinistra. Ha comunque buona qualità e corsa, spinge nel primo tempo nella ripresa cala

Militao 6: Difensore centrale 98 del Sao Paulo. Buon fisico e buone doti atletiche, sa anche giocare la palla con buona personalità. Qualche errorino di posizione

Ronaldo 5.5: Difensore centrale 98 del Cruzeiro. Intendiamoci, dei due è quello con più futuro, ottimo fisicamente e atleticamente, contrasta bene, è bravo di testa. Ha solo il demerito di stringere troppo la diagonale sul gol andando a fare un raddoppio dove non doveva, con conseguente assenza di un centrale nel momento decisivo

Andrey 6: Centrocampista 98 del Vasco da Gama. Giocatore di grande qualità e buone geometrie. Gli manca un po’ lo spunto, però può diventare un ottimo regista o comunque un interno tecnico, ci è piaciuto

Liziero 6.5: Mediano classe 98 del Sao Paulo. Elemento che unisce buona fase di recupero, buona posizione a livello tattico, e anche un buon piede per iniziare l’azione e lanciare. Classico volante brasiliano di buona qualità, tolto a 20′ dalla fine, lì il Brasile comincia a subire con meno equilibrio le ripartenze coreane, e il Mister ne dovrà rendere conto

Lincoln 5.5: Trequartista 98 del Gremio. Giocatore di buon fisico e buona qualità. Compitino, non incide quanto dovrebbe

Geovane 6: Centrocampista 98 del Vitoria. Tanto dinamismo unito a buona qualità. Non riesce ad essere decisivo nelle sue giocate, nel finale viene anche espulso ingiustamente, almeno ci prova

Leandrinho 4.5: Trequartista 98 del Ponte Preta. Uno dei più attesi, è un ragazzo di qualità e, si suppone, anche spunto. Non si vede mai, impacciato le pochissime volte che gli arriva il pallone

Luis Henrique 5: Centravanti 98 del Botafogo. Classico centravanti brasiliano, non grossissimo e discreto tecnicamente, buone anche le altre doti come rapidità e colpo di testa. Il problema è che non ha picchi in nessuna di queste caratteristiche, e sotto porta viene servito poco. Non un centravanti con cui il Brasile può fare strada… Servirebbe altro….

Matheus 5.5: Trequartista 98 dell’America. Baricentro basso, dribbling rapidità e qualità. Forse poteva giocare da subito, anche se è un po’ confusionario. Ci prova ma non lascia il segno

Corea del Sud

Yoon 6.5: Terzino destro 98. Ha buonissima corsa e qualità, difensivamente se la cava bene. Buon terzino

Sang-Min Lee 6: Difensore centrale 98 dell’Ulsan Giovinezza. Capitano, ha leadership e buona posizione. Bravo di testa, fisicamente sembra ben strutturato, anche se qualche centimetro in più non guasterebbe nella fase finale della crescita. Prova ad impostare ma con i lanci deve migliorare

Myeong-Su Park 6.5: Terzino sinistro classe 98 dell’Incheon United. Anche lui è veramente un terzino da tenere d’occhio. Corsa, qualità, buonissimo contrasto, dalle sue parti è dura

Jin-Ya Kim 6.5: Ala di grande rapidità, corsa e buon dribbling, classe 98 dell’Incheon United. Qualche giocata buona nel primo tempo, si scatena nell’azione del gol dove fa fuori due avversari e innesca la giocata decisiva

Sang-Hyeok Park 6.5: Ala di rapidità, corsa e buonissima tecnica. Spinge bene soprattutto nel primo tempo, anche a livello tattico ripiega bene e dimostra grande intelligenza

Seung-Woo Lee 6: La stellina, il talento del Barcelona che vi abbiamo presentato qualche mese fa. Ha un’occasione nel primo tempo ma trova un Juliano miracoloso che salva, anche con fortuna. Quando si accende fa paura, anche se non viene servito a dovere (sarebbe opportuno riuscire a servirlo sulla corsa e non sempre spalle alla porta). Con i suoi spunti tiene sempre in allerta la difesa brasiliana. Vista la Corea, può essere una delle stelle più lucenti del torneo, che sarebbe una gran vetrina

You 5.5: Centravanti 98 del Suwon Bluewings Jugend. Attaccante di sacrificio, ha un fisico normale e fa movimento, lavorando molto per la squadra. Non conclude mai e non è molto incisivo

Sang-Heon Lee 6: Attaccante 98 dell’Ulsan Giovinezza. Corsa, rapidità e ottimo dribbling, gioca pochi minuti ma è autore di uno slalom speciale che solo un ottimo Juliano riesce a stoppare in angolo

Riccardo Bartolommei