Brasile Olimpico – Sudafrica Olimpico 0-0 E il Brasile continua a steccare…

Brasile Olimpico – Sudafrica Olimpico   0-0   E il Brasile continua a steccare…

Olimpiadi Rio 2016

Brasile – Sudafrica   0-0

Niente da fare per il Brasile che ci prova in tutti i modi ma non riesce a vincere la resistenza del Sudafrica ridotto anche in 10 da metà secondo tempo. I verdeoro hanno anche rischiato in 2-3 occasioni, hanno colto un palo clamoroso e chiamato Khune (7.5) ad almeno 3 ottimi interventi. Alla fine il trend delle due grandi del Sudamerica continua, con l’Argentina sconfitta oggi dal Portogallo per 2-0. Tempo c’è, ma Neymar e compagni dovranno sicuramente fare meglio se non vogliono ripetere i fischi di Brasilia. A livello tattico diciamo che i 4 giocatori offensivi che va detto, hanno provato a dialogare per tutto il match, sono partiti troppo schiacciati in avanti cercando sempre troppo la palla sui piedi e mai la profondità. Solo centralmente si è provato a mischiare un  po’ le carte con un attaccante a turno che veniva a prendere la palla più indietro, ma doveva sempre partire spalle alla porta e i raddoppi continui dei tatticamente preparati Sudafricani rendevano il tutto molto farraginoso. Iran e Danimarca (0-0 all’esordio) le altre avversarie

I MIGLIORI

Brasile

Marquinhos 6.5: L’ex Roma gioca un match attento rimediando in alcune occasioni anche agli errori del compagno di reparto

Sudafrica

Coetzee 7.5: NUOVO TALENTO: Difensore centrale classe 96 dell’Ajax Cape Town. Difensore che mixa solidità e rapidità, completo a livello di contrasto, può essere efficace su vari tipi di attaccanti. Con la palla è perfettamente a suo agio e azzarda anche qualche sortita palla al piede. Non fa filtrare uno spillo chiudendo mille attacchi dei padroni di casa. Da momumento

LE PAGELLE

Brasile

Zeca 6: NUOVO TALENTO: Terzino destro-sinistro classe 94 del Santos. Piccolo fisicamente e molto rapido, buon piede ma non sempre sembra saper cosa fare e quale decisione prendere

Rodrigo Caio 5: Due buone chiusure nel primo tempo ma fa un paio di errori grossolani. Sul primo lascia passare un pallone pericoloso causando una delle più pericolose occasioni per il Sudafrica. Nel secondo tempo perde Mothiba che di testa grazia il Brasile. Secondo noi la Lazio non ha perso chissà che cosa

Douglas Santos 6.5: Spinge bene, dimostra buoni tempi e crossa anche sapientemente. Non è facile trovare i giusti spazi con tanto affollamento davanti

Thiago Maia 6.5: NUOVO TALENTO: Centrocampista 97 del Santos. Ottimo motorino di centrocampo, moto perpetuo molto rapido e bravo nel contrasto, anche tecnicamente è valido. Gioca un ottimo primo tempo recuperando e pressando molto bene, cala un po’ nella ripresa

Felipe Anderson 5.5: Un buono spunto nel primo tempo quando va via in dribbling ma non riesce a rifinire. Un buon tiro deviato che sfiora il palo. Un po’ poco, in Brasile non è amatissimo e avremmo scommesso che il primo sostituito sarebbe stato lui…

Gabriel 6: Un paio di ottimi spunti palla al piede ne sottolineano la tecnica e la potenza fisica. Giocatore d’attacco completo, dialoga bene con Neymar che lo mette davanti al portiere, murato da un grande intervento di piede

Neymar 6: Partita strana, perché in fin dei conti chiama il portiere a due grandi interventi e mette Gabigol davanti alla porta con uno spettacolare tacco. Perde però molti palloni, troppi, e non trova il modo di scardinare la difesa africana. L’atteggiamento non è sempre il top della positività

Gabriel Jesus 4.5: Primo brutto voto che gli affibbiamo e un po’ dispiace perché siamo di fronte ad un gran talento. Sbaglia praticamente tutto, entrando poco e male in partita. Zero spunti, ha l’occasione d’oro a metà ripresa ma incredibilmente a porta vuota centra il palo. Le gambe proprio non giravano, si rifarà

Luan 6.5: Da una buona scossa al Brasile anche perché è un giocatore diverso da quelli già in campo. Qualche buona partenza con le sue lunghe leve e la palla per Gabriel Jesus che andava spinta in porta…

Rafinha 6: Ordinato, non riesce a trovare la giocata decisiva nei minuti in campo

Sudafrica

Mobara 6.5: NUOVO TALENTO: Terzino destro classe 94 degli Orlando Pirates. Elemento sicuramente valido, non sfigura difensivamente anche se in qualche posizione può fare meglio, tecnicamente è molto bravo, ha buon dribbling rapidità e corsa

Mathoho 6.5: NUOVO TALENTO: Difensore centrale 90 dei Kaizer Chiefs. Colosso di 1.90, bravissimo di testa e nel contrasto, soprattutto a livello fisico non si passa. Soffre giocoforza i fraseggi brevi ma regge botta alla grande

Motupa 6.5: NUOVO TALENTO: Centrocampista classe 94 degli Orlando Pirates. Sa abbinare corsa, buona tecnica e progressione. Elemento interessante

Mvala 5: NUOVO TALENTO: Mediano 94 degli Highlands Park. Anche lui giocatore “colossale”, bravo di testa e in contrasto. Si fa cacciare per due giusti gialli in pochi minuti, ingenuo

Modiba 6: NUOVO TALENTO: Ala 95 del Cape Town. Fisicamente potente, bravo nel traffico con la palla, buon dribbling e tanta corsa. Una buona iniziativa nel primo tempo, da una mano poi in entrambe le fasi con grande generosità

Dolly 7: NUOVO TALENTO: Ala 93 del Mamelodi Sundowns. Ragazzo molto interessante, bravissimo tecnicamente, fantasioso, ottimo dribbling, buonissima rapidità, tiro forte e preciso. Piuttosto leggero, gli manca un po’ di potenza nell’allungo. Grande primo tempo nel quale sfiora il gol con un fendente dalla distanza. Cala nella ripresa ma dispensa sempre giocate d’effetto e ottimi colpi

Masuku 5.5: NUOVO TALENTO: Ala-Attaccante 93 del Chippa United. mixa fisicità e rapidità, buon fisico, tecnicamente non eccelso

Mothiba 5.5: NUOVO TALENTO: Centravanti 96 del Lille. Gran fisico, da centravanti vero. Tecnicamente anche lui non è propriamente un fenomeno, di testa dimostra di saperla prendere ma nell’occasione grazia il Brasile concludendo centrale e debole

Morris 5.5: NUOVO TALENTO: Centravanti classe 94 dell’Ajax Cape Town. Fisico da corazziere, classica postura da centravanti. Sa proteggere palla e di testa è valido. Si vede però poco anche perché i suoi sono in 10 e la barricata è innalzata

Riccardo Bartolommei