Arsenal – West Ham 3-1 Ai Gunners un Derby combattuto

Arsenal – West Ham   3-1   Ai Gunners un Derby combattuto

Premier League 2018-19

Arsenal – West Ham   3-1 (Arnautovic, Monreal, Aut. Diop, Welbeck)

GOL: A: Monreal (1G) – Welbeck (1G)   WH: Arnautovic (2G) * Ex Inter

ASSIST: A: Bellerin 2 (2A)   WH: Felipe Anderson (1A) * Ex Lazio

I MIGLIORI

Arsenal

LACAZETTE 7: Entra e cambia l’Arsenal, con grinta e classe, come si fa a tenerlo fuori? Causa l’autorete di Diop

West Ham

FABIANSKI 7: Almeno 3 super parate, tiene in vita il West Ham finché può

MIGLIOR GIOVANE

FELIPE ANDERSON 7: All’inizio schierato da trequartista sembra non trovare la giusta posizione, dopo che nella Lazio aveva fatto anche l’ala a tutta fascia addirittura. Come un diesel prende giri e quando accelera è devastante come sa essere nelle giornate migliori. Una sua accelerazione frutta il vantaggio di Arnautovic (6.5), un altro colpo di classe nel primo tempo poi un’altra partenza nel secondo, dove un po’ cala ma in contropiede è sempre pericoloso. Che giocatore ci siamo fatti sfuggire, peccato

LE PAGELLE DEL TALENTO

Arsenal

Bellerin 6.5: Due ASSIST vero, quando attacca è bravissimo, in fase difensiva meno e soffre Masuaku quanto il congolese soffre lui

Guendouzi 5: NUOVO TALENTO: Centrocampista di buon fisico, ha geometrie e personalità per farsi dare palla, tecnicamente è bravo e nello stretto sa dire la sua. Sbaglia un po’ troppi lanci e sembra più preoccupato di come giocano i compagni la palla di quando ce l’ha tra i piedi. Ha futuro ma oggi sbaglia troppo, perdendo anche un brutto pallone a fine primo tempo

Iwobi 4.5: Mai visto in fascia sinistra nel primo tempo, resta giustamente negli spogliatoi

Torreira 6.5: Buon ingresso per l’ex Samp che equilibra la squadra con giocate intelligenti e efficaci, rischiando le verticali che forse mancavano prima del suo subentro

Mr. Emery 6: Sa correggere con l’ingresso di Lacazette, allargando Aubameyang (5.5), ma in casa partire in quel modo non è molto accettabile anche se cercava certezze. I suoi soffrono il pressing e si vede che giocano con la paura addosso. Deve lavorare, Torreira al posto di un acerbo Guendouzi può aiutare magari…

Soccer Football – Premier League – Arsenal v West Ham United – Emirates Stadium, London, Britain – August 25, 2018 Arsenal’s Nacho Monreal scores their first goal Action Images via Reuters/Andrew Couldridge EDITORIAL USE ONLY. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or “live” services. Online in-match use limited to 75 images, no video emulation. No use in betting, games or single club/league/player publications. Please contact your account representative for further details.

West Ham

Diop 4: Anche lui ha doti, ma deve crescere. Giornata veramente difficile, prima esce troppo dalla linea, anticipa ma la palla va a un avversario che prende la difesa a palla scoperta, creando un grosso pericolo sventato da Fabianski, poi viene bevuto da un Aubameyang pur in non grandissima giornata. Nella ripresa la frittata, svirgolone che si impenna, Lacazette gli calcia addosso ed è l’autogol decisivo, anche per sfortuna

Masuaku 6: Vale il discorso fatto per Bellerin, quando attacca tutto bene, qualità e rapidità, buonissima continuità di spinta e tempi. Quando difende ha delle attenuanti, perché spesso viene preso in mezzo tra lo spagnolo e Mkhitaryan (5), ma con un po’ più di decisione potrebbe difendere

Mr. Pellegrini 6: La sua squadra pressa e gioca bene, qualche svarione difensivo e Yarmolenko (6) poteva entrare prima o giocare titolare, soprattutto al posto di un Antonio (5.5) che non sembra poter garantire il cambio di passo dell’ucraino. Poco da rimproverare, gli episodi lo condannano

Riccardo Bartolommei