Arsenal – Manchester City 2-1 dts Wenger raggiunge Conte, Pep al palo

Arsenal – Manchester City   2-1 dts   Wenger raggiunge Conte, Pep al palo

FA Cup 2016-17

Semifinale

Presentata da

Arsenal – Manchester City   2-1 dts (Aguero, Monreal, Sanchez)

GOL: A: Monreal (1G-2A) – Sanchez (24G-18A Doppia-Doppia)   MC: Aguero (30G-3A Club dei 30) * 1 GOL ogni 105′ in stagione

ASSIST: A: Oxlade-Chamberlain (6G-9A) – Welbeck (4G-2A)   MC: Yaya Touré (6G-3A)

I MIGLIORI

Arsenal

OXLADE-CHAMBERLAIN 7: Una sola sciocchezza quando sgambetta Aguero in area in modo del tutto sconsiderato, graziato dall’arbitro. Parte mille volte in dribbling e anche dietro non si risparmia, piazza anche l’assist, molto bello per il gol del pari

Manchester City

YAYA TOURE’ 7: Padrone del centrocampo, non sembra quello di 5-6 anni fa solo perché quello era troppo devastane. Fisicità estrema, lancia alla grande Aguero (7) per il GOL del vantaggio, prende un palo splendido al volo, serve ancora alla grande i compagni. Gara da leader

LE PAGELLE DEL TALENTO

Arsenal

Holding 6: NUOVO TALENTO: Difensore centrale classe 95. Alto, bravo di testa, buon fisico, non male nei contrasti, piedi un po’ ruvidi. Non demerita difensivamente, anche in attacco ha la palla buona di testa nel supplementare ma ci va solo vicino. Dimostra in diverse occasioni di non avere un gran piede come quando vuole pazzare in fallo laterale e trova invece l’angolo per gli avversari

Xhaka 5.5: Mix tra primo tempo pessimo, in cui non trova posizione e ripresa e supplementari sufficienti. Nella prima parte non riesce a prendere in mano il gioco nel centrocampo a 2 di Wenger ed è impreciso quando fa gioco, poi Ramsey (5.5) avanza il raggio d’azione e lui da playmaker si trova a smazzare qualche buon pallone. Ciabatta malamente una buona idea di Sanchez (6.5) su punizione

Bellerin 6: Entra nel finale del primo supplementare e da il suo contributo

Mr. Wenger 7: L’Arsenal non gioca come al solito male e dimostra per una volta anche carattere nella rimonta e nel volere la finale. Ottimo il cambio di Welbeck, tempestivi gli altri due. Parte con il 3-4-3, Chamberlain è il lato più offensivo, Monreal (7) il più difensivo visto agisce Navas da terzino (6) dalla sua parte. Il che ha senso anche perché i centrali sono molto propositivi sulla carta. Può vincere un trofeo nel momento più difficile della sua carriera, anche se difficilmente gli varrà la conferma

Manchester City

De Bruyne 6.5: Un buon match di Kevin, inizio timido ma piano piano tanti palloni giocati e smistati, molti dei quali molto bene. Peccato per lui che nei supplementari dopo una grande azione serve Delph e non Sané che in quell’attimo era posizionato meglio

Sané 5: Non trova spunti vincenti e sembra fare solo tanto fumo

Sterling 5.5: Qualche spunto ma ancora una volta tradisce quando conta, catapultato in campo dopo 23′ per l’infortunio infausto di Silva. Sostituito nei supplementari, non è certo un buon segno di quanto ha dato

Iheanacho 5.5: Entra per cercare il pari, non stoppa bene un buon pallone di Yaya e non riesce ad incidere. Forse doveva entrare prima, se lo meritava per il buon contributo che ha sempre dato in queste ultime 2 stagione

Mr. Guardiola 5.5: Lampi del “suo” City, certo, ma la perdita di Silva è grave anche se De Bruyne lo surroga benino pur con le sue caratteristiche. Gli va dato atto di aver cambiato testa su Yaya e visto quel che sta dando ha fatto bene. I cambi convincono il giusto, con un Sané che andava tolto prima e un Iheanacho che andava messo prima, il cambio doppio Delph-Fernando per Fernandinho e l’infortunato Aguero lascia molto perplessi, con De Bruyne spostato punta centrale falsa, idea poi rinnegata dall’inserimento del giovane nigeriano. Mah, poteva fare diversamente vista anche la duttilità di molti suoi interpreti

Riccardo Bartolommei