A Caccia di Talento!!!

A Caccia di Talento!!!

Proponiamo quest’oggi alcuni talenti giovani che si stanno mettendo in luce in questo periodo

– Theo Hernandez, Francia 1997, Terzino Sinistro, Real Madrid

Gran fisico, grosso e atletico, ottima corsa in progressione, tanta forza, piede educato, ottimo tiro. Ha tutto per essere, come il fratello, uno dei migliori terzini del mondo. Ad ora ha trovato poco spazio nel Real, ma ha tutta la carriera davanti

– Ismaila Sarr, Senegal 1998, Attaccante, Rennes

Attaccante che ama svariare, longilineo, alto e atletico, leve lunghe, imprendibile in contropiede, tecnica e tiro non male, buon dribbling in velocità. Ha già all’attivo 6 GOL in Ligue 1 ed è passato in estate dal Metz al Rennes per ben 17 milioni!

– Sander Berge, Norvegia 1998, Centrocampista, Genk

Mediano di grande fisicità, grosso, alto, gran progressione. E’ un centrocampista completo, sa contrastare e salire di testa, gioca bene la palla anche in verticale e grazie all’incredibile forza riesce ad essere molto efficace anche in dribbling palla al piede. Il Genk ha anticipato tutti e per soli 2 milioni lo ha preso a gennaio, ma sarà solo una tappa della sua carriera

– Douglas Luiz, Brasile 1998, Manchester City (in prestito al Girona)

Centrocampista completo, buon fisico, buon atletismo e rapidità, sa interdire, anche se il meglio di se lo da in fase offensiva, gran lancio, ottima tecnica, buonissimo dribbling. Tiro davvero niente male, 12 milioni sborsati dal City per prenderlo dal Vasco

– Leo Jabà, Brasile 1998, Grozny

Ala interessante, fisico normale, buonissimi la fantasia, il dribbling e la tecnica. A quota 2 GOL nella Lega Russa

– Giovanni Troupée, Olanda 1998, Terzino Destro, Utrecht

Terzino destro dai buonissimi movimenti offensivi, abbastanza potente e dalla buonissima corsa, ha piede abbastanza educato e buon fisico. Tiro niente male

– Weston McKennie, USA 1998, Centrocampista, Schalke 04

Centrocampista completo, compatto e dinamico, buona forza e rapidità, ha piede e sa contrastare, sa giocare in verticale. Sta già avendo un buon minutaggio nello Schalke!

– Timothy Weah, USA 2000, Attaccante, PSG

Eccolo il figlio di George! Rapidità allo stato puro unita ad un grande controllo del corpo, dribbling, fantasia e gran capacità di calcio. Alto e longilineo, molto atletico, salta tanto e riesce ad essere molto efficace anche di testa. Non sappiamo se farà una carriera di alto livello come il padre, ma sappiamo che ha le doti per diventare un ottimo giocatore

– Matias Zaracho, Argentina 1998, Ala, Racing

Ala brevilinea, baricentro basso, rapido e dalla grande tecnica, da del tu al pallone, ha gran dribbling e ottimo controllo

– Ezequiel Barco, Argentina 1999, Trequartista, Independiente

Trequartista brevilineo interessantissimo, leggero e rapidissimo, grandissima tecnica, fantasia e dribbling, ha anche doti di regia, per questo può giocare anche a centrocampo. Sa giocare in verticale, ha già incantanto in patria!

– Pablo Cuadra, Argentina 1995, Attaccante, Racing

Attaccante brevilineo molto rapido, baricentro basso, 1.72, ha buon dribbling e buon tiro, oltre ad una tecnica di prim’ordine. Anche lui leggero

– Lovro Majer, Croazia 1998, Trequartista, NK Lokomotiva

Altro ragazzo dalle indubbie doti. Trequartista di gran classe, ha tecnica da vendere, fantasia, dribbling, sa andare in verticale. Il baricentro è basso, la parte superiore del busto però sa reggere i contatti. La Croazia ha prodotto molti talenti di questo tipo, vediamo chi riuscirà veramente ad emergere

– Panagiotis Retsos, Grecia 1998, Difensore Centrale, Bayer Leverkusen

Non avevamo mai parlato di Retsos, difensore centrale alto e longilineo ma tosto, bravo in contrasto e di testa, piuttosto bravo con la palla tanto da poter ricoprire tutti i ruoli della difesa. Può essere l’erede di Manolas e sta facendo davvero bene in Germania, tanto da entrare direttamente sul podio per la classe 98

– Ronael Pierre-Gabriel, Francia 1998, Terzino Destro, Saint Etienne

Terzino potentissimo, tosto e grosso, buona la progressione, nell’uno contro uno dimostra grande fisicità ma non è lento nel breve, anzi, buono il contrasto

– Alban Lafont, Francia 1999, Portiere, Tolosa

Prossima sta francese tra i pali, è un portiere molto atletico, longilineo, con grandi riflessi e ottimi fondamentali. Esce bene, blocca, per precocità il Donnarumma franceseù

– Maximiliano Romero, Argentina 1999, Attaccante, PSV

Prima punta atipica, è rapido ha buona potenza di corsa pur non essendo un corazziere, ha buona tecnica e sa giocare per i compagni, in più vede la porta. Esploso giovanissimo nel Velez, il PSV ci ha investito

– Boubakary Soumaré, Francia 1999, Centrocampista, Lille

Clamoroso mix tra Pogba e Yaya Touré, fisico grosso, alto, esplosivo, con velocità incredibile in progressione e grande padronanza palla al piede. Sa contrastare, sa partire con la palla per break clamorosi, buonissimo primo passo. Incredibile come il PSG se lo sia lasciato scappare “alla Coman”, ma per un club molto meno prestigioso come il Lille. Su di lui già gli occhi del Manchester City, ma non solo…

– Cucho, Colombia 1999, Attaccante-Ala, Huesca (proprietà Watford)

Attaccante che sta stregando la Liga 2. Proprietà Watford, potente e rapidissimo, ottimo primo passo, sa proteggere bene palla grazie al fisico forte, ottimo dribbling, sa servire i compagni. Ha anche ottimo piede e buonissima tecnica, sa calciare le punizioni, il tiro è molto buono anche di potenza. E’ atletico e fantasioso, vede la porta, è piccolo ma salta molto di testa. Può davvero fare strada

– Hannes Wolf, Austria 1999, Trequartista-Ala, RB Salisburgo

Trequartista dal fisico classico, brillante, buonissima rapidità e tecnica, ha buon piede e sa servire bene i compagni. Buono il dribbling, da rivedere meglio ma è già protagonista in prima squadra

Comments

comments